Statine: interazioni tra farmaci ed eventi avversi correlati

statineNell’esperienza clinica con le statine sono state descritte molte interazioni farmaco/farmaco (DDI).
Il rischio di DDI varia tra i diversi principi attivi, tanto da influenzarne in modo diverso la sicurezza e la tollerabilità.
Gli eventi avversi che avvengono durante il trattamento con le statine in associazione con altri farmaci in genere dipendono da un aumento delle concentrazioni plasmatiche sistemiche della statina stessa, e questo è stato descritto come un indice di potenziali effetti avversi a livello dei tessuti periferici. In particolare, le DDI con un farmaco che aumenta l’esposizione alla statina può causare un aumento del rischio di eventi avversi a livello muscolare, come comparsa di mialgia, miopatia e, molto più raramente e gravemente, rabdomiolisi. I farmaci in grado di ridurre il metabolismo delle statine in seguito alla inibizione degli enzimi CYP (principalmente il CYP3A4) o di interferire con i trasportatori dei farmaci, tipo OATP1B1 e P-gp possono causare un aumento dell’esposizione sistemica alla statina e aumentare il rischio di miopatia.
Le diverse caratteristiche fisicochimiche e farmacocinetiche delle statine possono spiegare le differenze significative nel loro potenziale di interazione, influenzando assorbimento, distribuzione, metabolismo ed eliminazione dei farmaci.
Leggi l'articolo originale qui

Medilogy ha messo a punto Medidrug, un sistema di supporto alle decisioni cliniche che porta la Evidence Based Medicine al punto di cura. 
Il sistema può essere integrato con ogni cartella clinica in uso sia di privati che di ospedali.. Medidrug è anche una app per le interazioni tra farmaci e molto altro. 

Contattaci per saperne di più